Rimane un solo anno di supporto ufficiale a Windows 7, ma non per le aziende disposte a pagare per estenderlo.

AGGIORNAMENTO | Microsoft ha ufficializzato che l’estensione del supporto sarà disponibile per le aziende a partire dal 1 aprile 2019.

200$ a PC per rimanere a Windows 7

È già noto da tempo che Microsoft ha concesso alle aziende l’estensione del supporto di Windows 7 fino al 2023. Nelle scorse ore sono stati resi noti i costi dell’estensione e scopriamo che quest’ultima non sarà propriamente indolore. Sapevamo che il supporto esteso sarebbe stato a pagamento, ma non di quale entità. La scadenza per tutti è fissata il 14 gennaio 2020, ma le aziende reticenti a passare a Windows 10 durante il corso del 2019, per questioni di compatibilità e dei costi dell’upgrade di un’intera flotta di macchine, potranno attendere fino al 2023 a una modica cifra che potrà arrivare a toccare fino a 350 $ per ogni PC con licenza di Windows 7. Di seguito il listino dei prezzi dell’estensione del supporto.

Sebbene possano sembrare cifre ingenti per allungare il supporto di una vecchia versione del sistema operativo, si tratta di costi assolutamente in linea con quelli delle licenze aziendali e con le quali Microsoft ha costruito la sua fortuna.

Cosa faranno secondo voi le aziende? Microsoft riuscirà a convincerle a passare a Windows 10 o sfrutterà questo momento per guadagnare ancora di più? Ditecelo nei commenti.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | ZDNet