Microsoft potrebbe finalmente passare a un solo nuovo grande aggiornamento di Windows 10 all’anno per colpa di – o grazie a – Windows 10X.

Cambio delle modalità di update per Windows

Windows 10 potrebbe avere un solo grande aggiornamento annuale invece che due, come successo finora. Microsoft potrebbe prendere questa decisione a partire dal 2021: la causa è da attribuire a Windows 10X, il nuovo sistema operativo più leggero e pensato per dispositivi di fascia bassa per il settore scolastico e per i dispositivi con doppio schermo come Surface Neo. In particolare, per poter permettere a maggiori ingegneri di lavorare sia su Windows 10X che su Windows 10, Microsoft potrebbe rivoluzionare i piani di rilascio dei major update del suo sistema operativo. La timeline sarebbe così aggiornata:

  • Autunno 2020: rilascio di Windows 10 versione 20H2.
  • Primavera 2021: lancio della prima versione, 21H1, di Windows 10X.
  • Autunno 2021: rilascio di Windows 10 versione 21H2.
  • Primavera 2022: rilascio di una nuova versione – ipoteticamente 22H1 – di Windows 10X.

Questi piani interni trapelati evolverebbero in maniera differente anche il lancio di Windows 10X sulle diverse tipologie di dispositivi. Infatti, i piani attuali di Microsoft prevedono un lancio di Windows 10X nella prima metà del 2021 su PC con un solo display, pensati per il settore education e business. Nel 2022, invece, Microsoft renderà Windows 10X disponibile anche su dispositivi dotati di doppio schermo e un maggiore numero di device con schermo singolo.

Cosa ne pensate di questo radicale cambiamento nel rilascio degli aggiornamenti di Windows 10? Darete una chance a Windows 10X? Ditecelo nei commenti qui sotto.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | ZDNet