Microsoft ha segnalato due nuovi problemi di incompatibilità con la versione più recente di Windows 10 October 2020 Update.

Fix BSOD con SSD NVMe su Thunderbolt

Microsoft ha segnalato nuovi problemi di incompatibilità con il nuovo aggiornamento di Windows 10. Sembrerebbe che in presenza di particolari configurazioni collegare un disco SSD NVMe su una porta Thunderbolt causerebbe il crash del sistema con l’apparizione delle classiche BSOD.

Intel e Microsoft hanno riscontrato problemi di incompatibilità quando Windows 10 versione 2004 o Windows 10 versione 20H2 vengono utilizzati come Solid State Disk (SSD) Thunderbolt NVMe. Sui dispositivi interessati, quando si collega un SSD Thunderbolt NVMe, potresti ricevere un errore di interruzione con una schermata blu e “DRIVER_VERIFIER_DMA_VIOLATION (e6) Un’operazione DMA illegale è stata tentata da un driver in fase di verifica”. I dispositivi Windows 10 interessati avranno almeno una porta Thunderbolt.

Microsoft ha provveduto a bloccare l’aggiornamento October 2020 Update per i device interessati fino alla risoluzione del problema.

Per salvaguardare la tua esperienza di aggiornamento, abbiamo applicato un blocco di compatibilità sui dispositivi Windows 10 con driver o firmware interessati dall’offerta di Windows 10 versione 2004 o Windows 10 versione 20H2.

Al momento non è ancora disponibile un fix ufficiale, che dovrebbe arrivare a breve con il rilascio di un prossimo aggiornamento cumulativo.

Microsoft e Intel stanno lavorando a una risoluzione e forniranno un aggiornamento in una versione imminente.

Fix errore e riavvio nella finestra snap-in in MCC

Microsoft ha segnalato un altro tipo di errore meno comune che riguarda la possibilità di ricevere un errore e un riavvio forzato quando si tenta di accedere alla finestra snap-in nella Microsoft Management Console dopo aver rinominato uno degli account locali.

Dopo l’aggiornamento a Windows 10 versione 20H2, potresti ricevere l’errore in LSASS.exe con il testo “Il tuo PC si riavvierà automaticamente in un minuto” quando interagisci con qualsiasi finestra di dialogo che elenca gli utenti, ad esempio accedendo alle impostazioni delle opzioni di accesso pagina dell’app o la cartella degli utenti nello snap-in MMC utenti e gruppi locali. Questo problema riguarda solo i dispositivi in cui è stato rinominato uno qualsiasi degli account integrati locali, ad esempio Amministratore o Ospite. Potresti anche ricevere un errore nel registro eventi dell’applicazione con ID evento 1015 che LSASS.EXE non è riuscito con codice di stato C0000374.

Microsoft ha provveduto a bloccare l’aggiornamento October 2020 Update per i device interessati fino alla risoluzione del problema.

Per salvaguardare la tua esperienza di aggiornamento, abbiamo applicato una sospensione di compatibilità a questi dispositivi dall’installazione o dall’offerta di Windows 10 versione 2004 o Windows 10 versione 20H2. 

Al momento non è ancora disponibile un fix ufficiale, tuttavia Microsoft ha fornito una soluzione temporanea per ovviare al problema.

Se hai già riscontrato questo problema sul tuo dispositivo, puoi mitigarlo nella finestra di disinstallazione tornando alla versione precedente di Windows utilizzando le istruzioni qui. La finestra di disinstallazione potrebbe essere di 10 o 30 giorni a seconda della configurazione del tuo ambiente e della versione a cui stai aggiornando. Sarà quindi necessario eseguire l’aggiornamento alla versione successiva di Windows 10 dopo che il problema è stato risolto.
Nota | Nella finestra di disinstallazione è possibile aumentare il numero di giorni a disposizione per tornare alla versione precedente di Windows 10 utilizzando il comando DISM / Set-OSUninstallWindow. È necessario apportare questa modifica prima che la finestra di disinstallazione predefinita sia scaduta. Per ulteriori informazioni, vedere Opzioni della riga di comando di disinstallazione del sistema operativo DISM.

Avete riscontrato questi problemi sui vostri PC? Fatecelo sapere nei commenti.

Articolo di Windows Blog Italia