Steven Sinofsky ha organizzato a San Francisco una conferenza presieduta da Antoine Leblond e riservata agli sviluppatori, nella quale sono state mostrate in anteprima le principali caratteristiche che renderanno il Windows Store di Windows 8 il migliore esistente sul mercato.

Windows Store assicurerà vantaggi sia dal lato utente che dal lato sviluppatore, offrendo ai primi una vastissima scelta di software per tutte le esigenze, sempre sicuri e affidabili, ai secondi una piattaforma versatile e alti profitti.
Windows Store
Il Windows Store è una bellissima applicazione metro basata sulle WinRT APIs, ovvero le stesse messe a disposizione degli sviluppatori per creare le proprie applicazioni. La chiave di tutto sono HTML5 e JavaScript, che offrono un portale affidabile e versatile.
Ogni applicazione è accompagnata da una descrizione, da vari dettagli, dalle recensioni degli utenti e cosa molto importante dalle architetture supportate (x86/x64/ARM).
Il Windows Store sarà localizzato in 100 lingue, proprio come Windows, e supporterà i pagamenti per i vari mercati.

Versatilità
Tutto l’ecosistema è molto versatile rispetto a quanto proposto dalla concorrenza, infatti sarà possibile definire delle modalità di prova gratuita delle applicazioni, con la possibilità di effettuare un upgrade alla versione e pagamento senza dover perdere alcun dato.
Anche le modalità di pagamento saranno gestibili secondo le proprie esigenze, con la possibilità di pianificare abbonamenti mensili o annuali, diversi livelli a costi differenti, ecc…

Un’altra caratteristica davvero degna di nota è la possibilità di sponsorizzare le proprie applicazioni sul proprio sito web andando a inserire un bottone o link che se cliccato apre direttamente il Windows Store nella pagina dedicata all’applicazione (come accade oggi con Zune per le applicazione Windows Phone), ma che ancor più intelligentemente apre direttamente l’applicazione se essa è già installata nel sistema.

Applicazioni
Durante la conferenza è stato mostrato che molte applicazioni sono già pronte, segno che il lavoro con i partner è costante. In particolare sono stati mostrati il gioco Cut The Rope (tutto in HTML5), l’applicazione di Animoto e l’applicazione di eBay. Si è anche detto che Disney distribuirà libri e riviste digitali tramite questa piattaforma.

Guadagni
I guadagni saranno altissimi perché Microsoft lascia ben il 70% del ricavato allo sviluppatore, percentuale che cresce all’80% per le applicazioni che vendono per più di 25.000 dollari.
Questi numeri diventano ancor più importanti se relazionati alla posizione dominante dei prodotti Windows rispetto alla concorrenza perché la base d’utenza è molto più elevata.

Microsoft non ha ovviamente dimenticato il modello gratuito, che ovviamente può essere supportato con i banner pubblicitari.
Per tutti gli sviluppatori è stato indetto un contest a cui si può partecipare caricando le proprie applicazioni su buildwindowscontest.com. Il premio consiste nell’ottenere la 1° posizione nello Store (con tanto di nome riservato), un Developer PC, un anno di Azure e due anni di Store membership.

Articolo di Windows 8 Italia