Molti utenti Windows Phone si stanno lamentando dei problemi riscontrati nell’utilizzo di WhatsApp, dopo l’aggiornamento alla versione 2.8, di cui vi abbiamo parlato due settimane fa in un precedente articolo, che incorpora nuove funzioni interessanti e la lingua italiana. Sfortunamente le novità sono presto messe in ombra non appena si comincia ad usare la chat, sorgono infatti subito i primi blocchi e malfunzionamenti.

WhatsApp è una delle applicazioni più scaricate del Marketplace, per questo abbiamo deciso di analizzare il problema e tentare di capire cosa non va, fornendo una spiegazione del malfunzionamento e delle scelte degli sviluppatori.
Come vi abbiamo anticipato, già durante le prime composizioni di messaggi, l’applicazione subisce forti rallentamenti o arriva addirittura a bloccarsi costringendo l’utente a chiudere l’applicazione tramite ripetuti tap e a riavviarla. Il problema si ripresenta ciclicamente rendendo l’applicazione difficilmente utilizzabile anche quando si tenta di inviare foto ed altri allegati, rendendo il tutto molto snervante, consapevoli che in precedenza il tutto funzionasse bene. Troviamo poi altri bug nella ricezione dei messaggi a volte ritatardata, nell’impossibilità di visualizzare il testo durante la composizione, superate le 4 linee e nell’utilizzo degli smiley che non permette l’inserimento multiplo ma solamente uno per volta costringendoci a riaprire più volte il menu dedicato. Sono stati inoltre segnalati alcuni bug che non permettono l’installazione dell’applicazione su alcuni terminali Windows Phone privi dell’aggiornamento a Tango.

Uno dei malfunzionamenti più gravi di questa versione però non riguarda l’applicazione in sé ma le conseguenze che genera sul sistema. Se utilizzate il lettore musicale di Windows Phone vi sarete accorti che dopo aver eseguito WhatsApp, nel richiamare il lettore in backround attraverso i tasti volume, noterete qualcosa di strano nel menu a tendina dedicato, con l’impossibilità di eseguire la musica.

Questo è dovuto al fatto che la nuova versione di WhatsApp utilizza le API che gestiscono gli agenti audio in backround. Questa scelta degli sviluppatori è data dal fatto che attraverso quest’ultimi è possibile sfruttare un bug sullo streaming audio che rimane attivo in backround per mantenere attiva anche la connessione Wi-Fi a schermo spento. Abbiamo già visto l’implementazione di questo stratagemma anche in KeepWifiAlive, un’applicazione home-brew di cui abbiamo parlato qualche tempo fa. 
Come avrete intuito quindi, con questa nuova versione di WhatsApp è possibile ricevere messaggi attraverso la connessione wireless anche a schermo spento, anche se a discapito di diversi bug.

Non sappiamo se quest’utilizzo improprio delle API sia tollerato o meno da Microsoft, rimane il fatto che quest’aggiornamento di WhatsApp sia un disastro auspicando e ipotizzando una nuova release a breve che corregga molti di questi bug che ad oggi affliggono quest’applicazione. 

Nel frattempo per i fortunati possessori di terminali sbloccati mettiamo a disposizione, sperando sia cosa gradita, il download della versione precedente di WhatsApp che trovate in fondo all’articolo, priva di questi problemi, in attesa di una nuova versione.

Articolo di WindowsBlogItalia

Download | WhatsApp 2.0