La pubblicità, che la odiate o meno, è e rimane la maggiore fonte di business sul web e, in quanto tale, non verrà assolutamente messa da parte dall’avanzamento tecnologico – anzi, ne trarrà beneficio.

Detta con un tono meno tragico, Microsoft sta pensando di utilizzare HoloLens per proporre ai compratori di pubblicità spot olografici“. L’indiscrezione arriva direttamente dal Wall Street Journal, secondo il quale al prossimo evento annuale di Cannes verrà mostrata una demo dei suddetti:

“One invite for a HoloLens-themed event in Cannes on Monday night issued to select marketers reads. Even with a full schedule, you don’t want to miss this.”

Il costo di uno spot olografico – o come volete chiamarli – sarebbe di 10 o 12 milioni secondo alcuni compratori (non specificati), di meno secondo altri. Le aziende decideranno se ne valga o meno la pena. Secondo la fonte, la cosa dipenderebbe dalla distribuzione di HoloLens nei vari mercati.

Sta di fatto che si tratterebbe di uno strumento molto potente, sicuramente in grado di rilanciare Microsoft in un mercato, quello dell’advertising, che adesso – diciamocelo – è di Google.
Immaginate di poter osservare un nuovo Lumia direttamente nelle vostre mani, senza andare in negozio, o di poter ammirare l’auto che pensate di comprare senza andare in concessionaria. Sono solo esempi di quello che potrebbe rappresentare questa nuova pubblicità (ed è già meglio di adesso). E, se ve lo state chiedendo, sfortunatamente dubitiamo che l’anteprima possa diventare di pubblico dominio.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | WSJ