Sebbene Windows sia un sistema operativo irrinunciabile per versatilità e completezza, nonché perfettamente ottimizzato per i più moderni dispositivi touch, siano essi tablet puri o convertibili 2-in-1, talvolta può nascere il desiderio di usufruire di alcune delle app disponibili nel Play Store di Android. Se pensate che l’unica possibilità sia quella di comprare un tablet Android da affiancare al vostro dispositivo Windows vi sbagliate, perché con Remix OS potrete installare Android in dual boot con Windows in pochi click alla portata di tutti.

NOTA | Nel caso in cui desideraste solamente provare Remix OS, è possibile farlo anche senza installazione.

Come provare Android su qualsiasi PC gratis e senza installazione

Remix OS è una versione di Android, basata su Marshmallow, pensata per girare perfettamente su processori x86 e ottimizzata per essere utilizzata anche su dispositivi con schermo ampio, eventualmente dotati di mouse e tastiera. Installandolo sul vostro dispositivo in dual boot, cioè a fianco di Windows, potrete scegliere all’avvio quale dei due sistemi operativi far partire. Si tratta di una soluzione molto diversa da quella proposta da software come BlueStack, che da un lato offrono la comodità di far girare contemporaneamente Windows e Android (eliminando quindi la necessità di riavviare il dispositivo), ma di contro non possono garantire lo stesso grado di leggerezza e prestazioni offerto da Remix OS, il quale riesce a sfruttare al meglio tutta la potenza dell’hardware.

Installazione di Remix OS

L’installazione è davvero molto semplice e si esegue con pochi click direttamente da dentro Windows grazie al comodo setup messo a disposizione direttamente sul sito ufficiale.

Se siete indecisi sul procedere perché temete di fare danni o che sia complesso da rimuovere (nel caso non vi piacesse o non funzionasse bene sul vostro dispositivo), sappiate che non avete nulla da temere: la disinstallazione di Remix OS si effettua con un click, dal comune pannello di disinstallazione dei programmi di Windows. Sul vostro hard disk, infatti, non viene creata o modificata alcuna partizione fisica, bensì il tutto viene messo in una partizione virtuale ospitata in un file che troverete dentro la cartella C:\RemixOS\.

  • Innanzitutto, se il vostro dispositivo è dotato di Secure Boot, dovrete disattivarlo tramite le opzioni UEFI, procedura che però varia in base al modello e pertanto dovrete cercare maggiori dettagli in rete. Il Secure Boot, se abilitato, impedisce l’avvio di sistemi operativi diversi da Windows al fine di garantire maggiore sicurezza, ma in questo caso dovremo farne a meno.
    IMPORTANTE | Prima di disattivare Secure Boot, verificate di non avere attivo anche BitLocker (frequente su tablet o altri dispositivi come il Surface): in tal caso dovrete prima disattivare anche quest’ultimo dalle impostazioni di Windows.
  • Scaricate la versione di Remix OS adatta al vostro dispositivo (64 o 32 Bit) dal sito ufficiale:
    http://www.jide.com/remixos-for-pc#downloadNow
    Se ne avete la possibilità, vi suggeriamo di scaricare tramite torrent, in quanto è molto più veloce e inoltre aiuterete anche altre persone a scaricare.
  • Terminato il download, estraete il contenuto dell’archivio zippato, il quale consiste in un file .ISO (il sistema operativo vero e proprio) e un file di setup che ne facilita l’installazione (icona blu circolare). Lanciate il setup.

  • Nella finestra del setup, cliccate su Browse e scegliete il file ISO. Verificate in quale Unità volete installare il sistema operativo (generalmente C:) e lanciare l’installazione premendo OK.
    NOTA
    | Selezionando C:\ non cancellerete Windows, infatti tutti i file di Remix OS vengono messi in una partizione virtuale all’interno di un file nella cartella C:\RemixOS, quindi potete procedere serenamente.

  • Il programma vi chiederà quanto spazio riservare a Remix OS, naturalmente vi suggeriamo 32 GB (se li avete a disposizione) per non avere problemi ad installare un gran numero di app. Procedete premendo Ok.
  • A questo punto attendete il completamento dell’installazione, del tutto automatica, al termine della quale vi verrà chiesto di riavviare il PC.
  • All’avvio vi verrà adesso offerta la possibilità di scegliere tra Windows e Remix OS. Scegliete il secondo e attendete il completamento dell’installazione automatica.

Hands-on

Abbiamo provato per voi Remix OS su un gran numero di dispositivi e siamo rimasti davvero colpiti, in quanto è riuscito a riconoscere senza problemi tutto l’hardware: Wi-Fi, fotocamera, Bluetooth e quant’altro senza alcun problema! Non a caso si tratta del sistema operativo attualmente proposto su tutti i dispositivi Windows / Android venduti su GearBest. Naturalmente i risultati potrebbero non essere altrettanto soddisfacenti su hardware particolarmente vecchio. I requisiti minimi sono davvero facili da soddisfare, permettendo l’installazione di Remix OS su praticamente qualunque dispositivo attualmente disponibile sul mercato, ma anche su dispositivi meno recenti.

Requisiti minimi

  • Processore dual core da 2 GHz
  • RAM 2 GB
  • 8 GB di spazio libero su disco

Nelle nostre prove abbiamo utilizzato Remix OS in particolare su un Dell Inspiron 5000 2-in-1 da 13 pollici, il quale ci ha garantito sempre un’esperienza ai massimi livelli in termini di prestazioni. Se la vostra priorità è la portabilità, il suggerimento è chiaramente quello di optare per un dispositivo più leggero come un Surface o uno dei tanti “sganciabili” disponibili sul mercato.

Il sistema operativo si presenta davvero curato in ogni dettaglio, sia in quanto a grafica che nell’esperienza d’uso, sia col touch che con mouse e tastiera. Potrete organizzare le icone sul Desktop, creando cartelle e muovendole liberamente, nonché utilizzare scorciatoie da tastiera comuni come Win + D per tornare al Desktop. Tutte le applicazioni vengono aggiunte all’interno di finestre liberamente trascinabili e ridimensionabili, garantendo un’esperienza multitasking di alto livello. Molte applicazioni sono davvero ben ottimizzate anche per girare a schermo intero, come ad esempio Chrome, che appare del tutto simile a quello che siamo abituati ad utilizzare su Windows. Anche le app di Microsoft, come Word, Power Point ed Excel funzionano perfettamente e sono ben ottimizzate per questo tipo di utilizzo.

Oltre al Desktop e alle finestre troveremo altri elementi utili: a sinistra un menu simile allo Start di Windows (seppur più semplice), il centro notifiche sulla destra e le icone di accesso rapido a Wi-Fi, Bluetooth e batteria in basso.
Il Play Store ci offre totale accesso a tutto il parco software di Android: potrete installare qualsiasi app con pochi click.


Abbiamo testato anche i giochi, uno degli aspetti che maggiormente attirano verso l’ecosistema Android rispetto al Windows Store: tutti quelli che abbiamo provato girano in modo fluido e preciso. A titolo di esempio, nello screenshot sottostante potete vedere in esecuzione Modern Combat 5.

Se avevate pianificato di acquistare un tablet Android, questo Remix OS potrebbe cambiare tutto, in quanto rende estremamente interessante l’opzione di acquistare un dispositivo convertibile 2-in-1 con a bordo Windows, per poi installargli anche Remix OS, ottenendo così un fantastico device davvero completo e versatile! Se deciderete di seguire questa strada, vi consigliamo però di assicurarvi che l’hard disk sia da almeno 64 GB, così da poter garantire un adeguato spazio ad entrambi i sistemi operativi.

Articolo di Windows Blog Italia