Un brevetto mostra i miglioramenti di una potenziale nuova Surface Pen con ricarica a induzione della batteria direttamente dal tablet, come su iPad Pro.

La Surface Pen attuale è una penna attiva, in quanto più precisa e per la presenza dei tasti fisici. Questo significa che ha bisogno di alimentazione elettrica; infatti monta al suo interno una piccola batteria AAAA della durata di un anno.

Nei giorni scorsi Microsoft ha ottenuto il brevetto Inductive Peripheral Retention Device che propone il collegamento di un dispositivo alla penna per permetterne il caricamento della batteria tramite porta USB, ma non in maniera diretta come avviene sul tablet Apple.

Vengono ora descritte le tecniche per il corretto funzionamento dei nuovi dispositivi di puntamento.

In una o più implementazioni, la penna comprende una spina rimovibile che può essere collegata alla porta di un dispositivo per avviare una comunicazione. La spina può essere rimossa utilizzando una o più mani. La penna può essere accoppiata al dispositivo.

In un’altra implementazione, sarà possibile ricaricare la penna per induzione. Se la corrente è al di sopra di una certa soglia, verrà fornita una certa quantità di energia. Se è al di sotto di un’altra soglia, verrà fornita un’altra quantità di energia.

In un’altra implementazione, il dispositivo è formato da un apparecchio ferroso costituito da un unico pezzo avente un diametro in grado di contenere la penna. L’apparecchio verrà collegato ad un dispositivo USB e tramite conduzione verrà effettuata la ricarica.

Attualmente si tratta di un semplice brevetto e non è ancora chiaro se Microsoft deciderà di implementare questa novità sui futuri modelli. Maggiori informazioni sul brevetto sono disponibili al link in fondo all’articolo.

Cosa ne pensate della ricarica a induzione da applicare alla Surface Pen? Fatecelo sapere nei commenti.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | MSPowerUser

Surface Pen | Brevetto