Open Source Initiative Microsoft

Il 26 settembre 2017 è una data da ricordare: Microsoft è ufficialmente entrata nella famiglia Open Source Initiative.

Microsoft e l’Open Source Initiative

La collaborazione tra Microsoft e Open Source Initiative iniziò nel 2005 con la Microsoft Community License. Nonostante tutto, la mossa più intelligente dell’azienda avvenne nel 2014, con la pubblicazione di .NET come software open-source. In questi giorni, invece, Microsoft è diventata Premium Sponsor della OSI.

Patrick Masson, OSI General Manager e Board Director:

Questa è una pietra miliare per l’Open Source Initiative e, in generale, per il movimento del software open-source. Non credo ci possa essere una più grande testimonianza della maturità del software open-source del riconoscimento da parte di Microsoft, così come il loro sostegno come partner. Microsoft contribuisce a tanti progetti e comunità open-source.

La mossa di Microsoft è particolarmente vantaggiosa: basti pensare alla Shell Linux presente in Windows 10 e ad Azure, che non potrebbe esistere senza open-source.

Jeff McAffer, direttore dell’ufficio Open Source Programs di Microsoft, ha dichiarato:

Il lavoro che svolge l’Open Source Initiative è fondamentale per l’evoluzione e il successo dell’open-source come elemento di prima classe nell’industria del software. Microsoft si impegna con le comunità open-source in modo più ampio e profondo e siamo entusiasti di sostenere gli sforzi dell’OSI.

La svolta di Microsoft verso l’open-source ha dunque delle solide basi. Voi la vedete come una mossa intelligente o sfrontata? Fateci sapere la vostra opinione lasciando un commento.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | OpenSource.org