Non solo device con doppio display, il nuovo Windows 10X sarà utilizzato anche su portatili e tablet in futuro.

Windows 10X (Pegasus) su portatili e tablet

Il nuovo sistema operativo Microsoft, annunciato il 2 ottobre scorso, non sarà un’esclusiva dei nuovi device dotati di due schermi come il nuovo Surface Neo. L’edizione “Windows Lite” (o Santorini, come veniva chiamato durante i mesi di sviluppo) verrà impiegata con buone probabilità anche su device più tradizionali come portatili e tablet.
La versione di Windows 10X per i portatili e tablet corrisponde al nome in codice Pegasus“. Oltre alla capacità di gestire due display, la nuova UI con la Start semplificata sarà in grado di adattarsi perfettamente ad altri tipi di form-factor, approssimativamente come nell’immagine sottostante.

Windows 10X dovrebbe essere la risposta a chi ha sempre lamentato una scarsa esperienza d’uso con il touch-screen di Windows 10, con una modalità tablet finora abbastanza deludente con parti dell’OS vecchie di decine di anni. Inoltre, esattamente come Windows 10, anche 10X supporta applicativi Win32 senza rallentare il PC nel tempo grazie all’esecuzione in sandbox.

Windows 10X non verrà distribuito come aggiornamento, ma molto probabilmente verrà lanciato a bordo di nuovi dispositivi, già preannunciati da Microsoft come in arrivo da ASUS, Dell, HP e Lenovo nel 2020.

Quale pensate sarà il futuro di Windows 10X? Lo vorreste vedere su portatili e tablet? Fatecelo sapere lasciando un commento qui sotto.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | WindowsCentral