Il Pentagono ha predisposto un contratto del valore di 10 miliardi di Dollari americani all’azienda che offrirà il miglior servizio di cloud computing: è di nuovo sfida tra Amazon e Microsoft.

14 FEBBRAIO 2020 | Dopo aver perso il contratto da 10 miliardi con il Pentagono per la fornitura dei servizi cloud lo scorso ottobre, Amazon ha appena fatto sospendere quello siglato con Microsoft con un’ingiunzione in tribunale. Dietro il contenzioso ci sarebbero le divergenze tra Donald Trump e Jeff Bezos, che avrebbero influenzato la scelta del Pentagono di affidare l’appalto a Microsoft. Nel caso in cui Amazon perdesse la causa, quest’ultima potrebbe dover sborsare oltre quaranta milioni di Dollari al Pentagono.

28 OTTOBRE 2019 | Il contratto da ben 10 miliardi di Dollari, offerto dal Pentagono lo scorso aprile, è stato vinto da Microsoft che l’ha spuntata sulla rivale sul cloud Amazon. Il dipartimento della difesa americano farà uso delle infrastrutture cloud di Azure invece che di AWS.

Nuovo scontro Microsoft Vs. Amazon per i servizi cloud

Il contratto dal nome Joint Enterprise Defense Infrastructure Cloud“, dal valore stimato di circa 10 miliardi di Dollari americani, è volto alla modernizzazione dei sistemi cloud del Pentagono. Aziende di alto calibro come IBM e Oracle sono state scartate nella fase di selezione e sembra che le uniche due bigdel settore candidate a questo posto siano Amazon e Microsoft. La notizia è stata confermata da Elissa Smith, portavoce del Dipartimento della Difesa americano, che ha dichiarato:

Posso confermare che AWS (Amazon Web Services) e Microsoft sono le aziende che raggiungono i requisiti minimi delineati nella RFP (Request for Proposals).

Probabilmente sapremo molto presto quale delle due aziende vincerà questo importante contratto con il Pentagono. Chi pensate abbia i servizi di cloud computing migliori tra Microsoft e Amazon? Diteci la vostra opinione a riguardo nei commenti.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonti | 1, 2, 3
Immagine | ET