Nelle scorse ore WhatsApp ha iniziato ad avvertire i suoi utenti circa le nuove disposizioni in merito al trattamento dei dati.

22 FEBBRAIO 2021 | Mentre sta iniziando a comparire la nuova schermata informativa per accettare i nuovi termini sulla privacy, è emerso che WhatsApp, in mancanza del vostro assenso, inizierà a bloccare la possibilità di leggere e rispondere ai messaggi dal 15 maggio, per poi provvedere alla cancellazione dell’account dopo un periodo di inattività di 120 giorni.

19 FEBBRAIO 2021 | WhatsApp torna sullo spinoso argomento condivisione dati dopo aver rimandato l’accettazione delle nuove disposizioni al 15 maggio, annunciando che è in arrivo un banner informativo sull’app con maggiori dettagli in merito al trattamento dei dati, con lo scopo di essere più chiara e corretta con gli utenti.

Nel corso delle prossime settimane, mostreremo su WhatsApp un banner contenente maggiori informazioni, che ciascuno potrà leggere secondo i propri tempi. Abbiamo pubblicato ulteriore materiale informativo per fornire delle risposte alle domande che ci sono pervenute. Inoltre, invieremo dei promemoria ai nostri utenti, in modo che possano rivedere e accettare questi aggiornamenti per continuare a usare WhatsApp.

15 GENNAIO 2021 | In seguito al malcontento generale e alla fuga di molti utenti, WhatsApp ha fatto un passo indietro e ha annunciato che le nuove disposizioni non entreranno in vigore l’8 febbraio, ma sono rinviate almeno fino a fine maggio.

13 GENNAIO 2021 | Dopo la comparsa dei nuovi termini del contratto che ha causato l’esodo di massa degli utenti verso Telegram e altre piattaforme concorrenti nei giorni scorsi, WhatsApp ha pubblicato un’informativa per chiarire meglio cosa comporta e non la condivisione dei dati con Facebook per gli utenti.

 

WhatsApp: obbligatorio condividere dati con Facebook

Tra le novità dei nuovi termini per il trattamento dei dati e l’informativa per la privacy è comparsa l’obbligatorietà di accettare la condivisione dei dati con Facebook, fino a ora solo facoltativa. In alternativa, se decideste di non voler condividere i vostri dati con Facebook, è possibile non accettare e procedere all’eliminazione del proprio account WhatsApp.

L’obbligo entrerà in vigore a partire dal prossimo 8 febbraio, dopodiché sarà indispensabile accettare i nuovi termini per poter continuare a utilizzare l’app di WhatsApp. I nuovi termini si estendono ovviamente anche alla versione web e all’app desktop per Windows 10.

Cosa ne pensate delle modifiche ai termini del trattamento dati su WhatsApp? Diteci la vostra opinione nei commenti.

Articolo di Windows Blog Italia