Windows 10 October 2020 Update è ora disponibile per un numero maggiore di utenti che controllano manualmente gli aggiornamenti da Windows Update.

October 2020 Update disponibile per più utenti

Microsoft ha comunicato la disponibilità di October 2020 Update per un numero maggiore di device con ricerca manuale su Windows Update. Per tanto, chi non l’avesse ancora ricevuto, e volesse installarlo subito, può provare a effettuare la ricerca per avviare il download. Continua invece il rilascio a scaglioni per chi ha deciso di attendere la disponibilità automatica.

Abbiamo iniziato una nuova fase del nostro lancio. Utilizzando la formazione basata sull’apprendimento automatico (basata su ML) che abbiamo svolto finora, stiamo aumentando il numero di dispositivi che si stanno avvicinando alla fine del servizio per l’aggiornamento automatico a Windows 10 versione 20H2. 

Inoltre, Microsoft ha annunciato di aver iniziato a forzare l’aggiornamento automatico a October 2020 Update per i device rimasti alle vecchie versioni di Windows 10 prossime alla fine del supporto.

Ecco cosa dovete fare per iniziare il download dell’ultima versione di Windows 10:

  1. Aprite Impostazioni (dal menu Start o usando la scorciatoia di tasti Win + I).
  2. Recatevi in Aggiornamento e sicurezza > Windows Update.
  3. Cliccate su Verifica disponibilità aggiornamenti.

NOTA | La disponibilità al momento esclude alcuni device per i quali l’aggiornamento non è ancora pronto, risulta bloccato o non compatibile a causa di driver o altri software.

Tutti i problemi e bug conosciuti di Windows 10 October 2020 Update

Per tanto potreste non riuscire a trovarlo e dovrete attendere ancora. Se non voleste attendere, vi ricordiamo che potete aggiornare manualmente con le nostre guide.

Come forzare l’aggiornamento a Windows 10 October 2020 Update

Avete già ricevuto l’aggiornamento a October 2020 Update? Lo forzerete effettuando manualmente la ricerca su Windows Update o aspetterete la disponibilità automatica? Fatecelo sapere nello spazio dedicato ai commenti.

Articolo di Windows Blog Italia