Come preannunciatovi in un precedente articolo, alla fine del mese scorso si è tenuto a Mestre l’evento “Windows 8 AppsWorks” e noi di WindowsBlogItalia non potevamo mancare.

L’occasione che non ci siamo lasciati sfuggire è stata entusiasmante sia dal punto di vista formativo che esplicativo.

Senza tediarvi con un noioso resoconto minuto per minuto dell’evento, che per altro ha anche offerto una ricca colazione ed un ottimo pranzo (citazioni necessarie), basterà darvi quelle che sono le informazioni più interessanti sia per chi si occupa di sviluppo software sia per chi si occupa di marketing.

A rendere immediatamente accattivante il convegno è la voce di Agnese Giordano, Product Manager di Windows Client, che dopo averci mostrato nello specifico le novità introdotte con Windows 8.1, risponde (senza lasciarsi sfuggire troppi particolari) alla nostra domanda in merito all’uscita della release definitiva dell’aggiornamento, che, al contrario dei rumors circolanti in rete, dovrebbe giungere a fine estate: “Non contate di vederlo prima di agosto” – ha ironizzato la dottoressa.

In seguito Matteo Riva ha illustrato la parte più tecnica di Windows 8: lo sviluppo delle applicazioni per l’OS della casa di Redmond.
Tema centrale la filosofia “win as one”: la comodità di un’interfaccia comune tra tablet, PC e smartphone che permette agli sviluppatori, una volta costruito lo “scheletro” dell’app, un risparmio notevole in termini di righe di codice e di tempo. A tal proposito riceviamo la conferma che la compatibilità fra le app di Windows Phone, RT e 8 non è nei piani attuali di Microsoft vista la differenza nella fase finale di programmazione (per compatibilità si intende sviluppo di un’app e portarla (as-is) su Phone, RT e 8).

Il resto della mattinata è trascorso con varie testimonianze…

  • Ennova: azienda di sviluppo applicazioni, che ha appena rilasciato due app davvero interessanti – tweet wall ed event wall.
  • Gianos Consulting: azienda che offre soluzione per il CRM (Customer Relationship Management) che sta spostando la sua attenzione da iOS all’ecosistema Windows. Mauro Zanon ha infatti spiegato le principali motivazioni che hanno spinto l’azienda a questo cambio di rotta: “Windows è un passo avanti per la suite Office 2013 – afferma – e d’altronde Outlook è un vantaggio enorme per noi; fantastica anche la gestione Multiple Account, il Two Apps at Once e la gestione unificata dei dispositivi grazie alla piattaforma di cloud SkyDrive”.
  • Magento ed M2Shop: Paolo Bertuzzo, sviluppatore Ennova Research, parla della sua esperienza nella creazione dell’applicazione M2Shop. Ci viene illustrato come nel mondo e-commerce la registrazione possa avvenire tramite l’utilizzo di account Facebook o Microsoft, aggirando così le macchinose routine di iscrizione. Inoltre le notifiche Live Tile saranno in grado di sostituire la SPAM promozionale via mail.
  • Su quest’ultimo punto si sofferma anche Giovanni Cons, altro sviluppatpre Ennova Research, che mostra, attraverso l’applicazione Toshiba Places, l’utilizzo delle notifiche per allertare l’utente: in caso di hard disk quasi pieno, periodo di garanzia in scadenza, ecc.
  • Engineering: Paolo Bertoli spiega l’utilizzo di Simply Med, un’applicazione che sfrutta Windows InTune, Windows 8 e i dispositivi mobili per distribuire in sicurezza i farmaci agli assistiti all’interno di un ospedale.
    Simply Med permette ad un operatore sanitario, dopo aver effettuato il login tramite nome utente e password, di avere nel suo device le schede di tutti i suoi pazienti con i relativi farmaci che questi dovranno assumere. Al momento di una nuova somministrazione il dottore legge il QR Code associato al paziente e successivamente il codice a barre del farmaco, quindi l’applicazione registrerà l’avvenuta somministrazione aggiornando la scheda dell’assistito.
    Quest’ultima applicazione ci ha particolarmente colpiti per la sua straordinaria rapidità e per i numerosi scenari di utilizzo.

Per concludere, insomma, la giornata è stata ricca di spunti interessanti. Non siamo purtroppo stati in grado di strappare a Microsoft informazioni in merito alla possibile uscita di un Surface Mini o altre versioni. In ogni caso abbiamo capito che le nuove piattaforme Windows si stanno muovendo velocemente recuperando sempre più terreno agli avversari. L’obiettivo attuale sul quale Microsoft sta puntando è lo sviluppo di un numero sempre maggiore di app e la possibilità, da parte dei settori aziendali, del bring your own device; speriamo che i progetti prefissati vengano raggiunti in breve tempo anche per aiutarci a migliorare quelle che sono le nostre “vite informatiche”.

Articolo di Windows Blog Italia
Autori | Ragni Fabio e Michele Ferretti