Notti da stare col naso all’in sù quelle di metà agosto, per ammirare l’incredibile spettacolo delle stelle cadenti. Proprio ieri abbiamo pubblicato alcune statistiche riguardanti il rapporto tra italiani e camera-phone, scoprendo che in molti non possono farne a meno, ma se c’è qualcosa che difficilmente potranno immortalare, sono le “lacrime di San Lorenzo”.

Ieri sera ci abbiamo provato noi, con un Nokia Lumia 925, e ci siamo riusciti discretamente, anche se non è stato facile. Innanzitutto ci siamo recati sul tetto di un palazzo abbastanza alto, dal quale è possibile scrutare gran parte della volta celeste. Poi ci siamo muniti della lente Fish-Eye che abbiamo recensito in questo articolo: grazie a questa particolare lente è possibile fotografare fino a 180° quello che abbiamo di fronte, quindi praticamente tutto il cielo, e qualsiasi stella cadente, in qualsiasi posizione fosse caduta. Questa lente ha un attacco magnetico che permette il fissaggio sul Nokia Lumia 920: il 925 non ha l’anello metallico intorno alla fotocamera e quindi non permette di agganciare il Fish-Eye ma, dovendo puntare la fotocamera verso il cielo, l’abbiamo semplicemente appoggiato.

La prima cosa che abbiamo provato è stata registrare un video, che sfortunatamente è venuto completamente nero. Abbiamo deciso dunque di provare a scattare qualche immagine con Nokia Pro Cam, l’applicazzione esclusiva per il Nokia Lumia 1020 che potete installare su qualsiasi Lumia tramite la nostra guida Nokia Camera, ora disponibile per tutti i Lumia. Bloccando il telfono in modo da non farlo muovere, impostando un tempo di scatto di 4 secondi, un’apertura del diaframma tra 1 e 2 (dipende da quanto è luminoso il cielo), e la messa a fuoco all’infinito si riescono ad ottenere scatti davvero buoni, con poco rumore e molto dettagliati. C’è però un grandissimo problema: come fotografare una stella cadente? Certamente non è possibile stare a premere manualmente ogni 4 secondi il pulsante fotocamera, soprattutto considerando che la lente non è fissata, ma solo appoggiata.

Abbiamo quindi usato CameraPro, un’app disponibile sul Windows Phone Store che include molte impostazioni avanzate, anche se la qualità degli scatti non è a livello di qualla di Nokia Pro Cam: in compenso però ha quello che ci serve, ovvero la modalità Time Lapse che scatta foto in automatico ogni X secondi che abbiamo impostato. Anche qui abbiamo settato un tempo di scatto di 4 secondi, modalità Notte, e scatto automatico ogni secondo. Abbiamo lasciato il telfono a scattare circa 600 foto in circa un’ora e abbiamo catturato due o tre stelle cadenti e qualche aereo di linea. Le stelle cadenti visibili a occhio nudo erano molte di più, ma alcune erano troppo poco luminose, altre sono cadute nel secondo di pausa tra uno scatto e l’altro.

Ma oltre alle foto delle stelle cadenti, abbiamo anche una bella quantità di fotogrammi ideali per un Time Lapse, che abbiamo montato con Adobe Premiere, ma che potete montare anche con Movie Maker. Di seguito il risultato.

Inutile dire che potete provarci anche voi – anche senza una lente Fish-Eye (ma dovrete essere più fortunati) – questa notte in cui cadranno fino a 100 stelle cadenti l’ora. Vi consigliamo di usare almeno un Nokia 925, 920 o 720: gli altri difficilmente riusciranno a catturare qualcosa.

Articolo di Windows Blog Italia