Il Fluent Design System, il nome scelto da Microsoft per la nuova UI di Windows 10, è stato fino a ora disponibile solo per le UWP. Oggi, durante la conferenza Build 2018, Microsoft ha annunciato il supporto al Fluent Design anche nei classici programmi desktop.

Fluent Design anche nei programmi desktop

A partire da oggi, ogni sviluppatore potrà creare app e programmi desktop ancora più moderni, grazie al supporto al Fluent Design System. Con UWP XAML Islands si avrà accesso ai controlli XAML a prescindere da quale stack di interfaccia utente si stia utilizzando. Questo significa che anche i programmi Windows Forms, WPF e Win32 potranno usare gli effetti grafici che caratterizzano il Fluent Design, come la sfocatura, l’effetto luce e altri.
Altre novità per gli sviluppatori riguardano .NET Core 3.0, MSIX e Windows Machine Learning (Windows ML). Se siete sviluppatori, potete dare un’occhiata a tutte le novità introdotte cliccando sul link in fondo all’articolo.

Siete curiosi di vedere come gli sviluppatori integreranno il Fluent Design nelle app Win32? Quali programmi potrebbero farne uso? Scrivetecelo nello spazio dedicato ai commenti.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | Microsoft

Novità per sviluppatori | Visita la pagina