Dopo l’avveniristica dimostrazione di Xiaomi, anche Microsoft sembrerebbe star studiando una soluzione di device ripiegabile in tre parti.

Non c’è due senza tre?

Non sappiamo quale sia il reale stato dei lavori su Andromeda o eventuali altri device, ma sappiamo che Microsoft – al pari di altri produttori – dovrebbe lanciare un Surface ripiegabile. Nelle scorse ore è trapelato l’ennesimo brevetto riconducibile al fantomatico device che riprende la soluzione con doppia e tripla piegatura. In realtà non si tratta del primo documento pubblicato da Microsoft che riporta questo form-factor, avevamo già visto illustrazioni con device dotati di tre display distinti.

Il nuovo brevetto aggiornato a gennaio 2019, che nello specifico studia il posizionamento delle antenne all’interno di device con form-factor multipli, indurrebbe a pensare il possibile impiego di un display flessibile e ripiegabile similmente a un depliant, in grado di estendere la superficie dello schermo orizzontalmente raggiungendo le dimensioni di un tablet. Nello stesso documento compare anche la soluzione classica con form-factor a libretto.

Pensate sia più verosimile un ipotetico schermo flessibile unico o tre display separati? Quale potrebbe essere la soluzione migliore secondo voi? Fateci sapere cosa ne pensate lasciando un commento.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | WindowsLatest