0patch sicurezza Windows 7

A gennaio del 2020 Microsoft smetterà di supportare ufficialmente Windows 7 e Windows Server 2008. Questo rischia di essere un serio problema per aziende e organizzazioni che ancora si appoggiano a software obsoleti o hanno difficoltà nella migrazione a sistemi operativi più moderni; per questo Microsoft fornirà supporto a pagamento fino al 2023 per le organizzazioni che lo richiederanno.

Tuttavia, pare che una soluzione sia arrivata anche per gli utenti privati e a un costo del tutto gratuito: 0patch, un gruppo sostenuto dalla società di sicurezza informatica ACROS Security, ha un piano per sviluppare e rilasciare patch per le vulnerabilità ad alto rischio sia per Windows 7 che per Windows Server 2008 anche dopo la fine del supporto ufficiale. Ogni Patch Tuesday, infatti, Microsoft rilascia un bollettino di sicurezza; 0patch si propone di individuare le vulnerabilità ad alto rischio, verificare la loro presenza su Windows 7 e Server 2008 e sviluppare, quindi, una propria patch, sostanzialmente facendo un porting del fix rilasciato dagli sviluppatori Microsoft su Windows 10.

Pensate che questo tipo di patch possano essere una valida alternativa al supporto ufficiale? Oppure Windows 7 dovrebbe essere definitivamente abbandonato? Fatecelo sapere nello spazio dedicato ai commenti. 

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | Windows Central