Durante la conferenza Microsoft alla GDC (Game Developer Conference), l’azienda ha svelato nuove funzionalità di Project xCloud – il futuro del gaming.

14 SETTEMBRE 2020 | Alla vigilia del lancio ufficiale di xCloud su Android con l’accesso a 150 giochi per gli abbonati a Xbox Game Pass Ultimate, potete vedere in anteprima il gameplay con i controlli touch. Minecraft Dungeon sarà uno dei primi titoli di xCloud a supportare i controlli sul display sugli smartphone Android senza la necessità di utilizzare un controller esterno. Potete vedere un’anteprima del funzionamento nel video qui in basso.

5 MAGGIO 2020 | A un anno dall’annuncio a marzo 2019, l’emulatore di Surface Neo e Windows 10X supporta i controlli touch e ci mostra come sarà possibile realmente giocare da mobile senza il controller Xbox.

Project xCloud una spanna superiore agli altri

Microsoft ha precisato sin da subito che l’azienda è devota al gaming e Project xCloud è la concretizzazione della voglia di portare l’esperienza di gioco perfetta a 2 miliardi di videogiocatori nel mondo. Project xCloud sarà disponibile anche sugli smartphone Android e iOS, ma la maggiore novità è che sarà in grado di riconoscere il dispositivo su cui viene eseguito lo streaming e adattare l’interfaccia di conseguenza.

Pertanto, su uno smartphone sarà possibile utilizzare le classiche gesture del pinch-to-zoom su una mappa. Al lancioprevisto per quest’anno saranno disponibili soltanto giochi Xbox One, ma Microsoft non esclude anche l’arrivo di giochi per PC.

Controlli personalizzati e interfaccia

Tutti i giochi Xbox One saranno immediatamente compatibili con Project xCloud, senza alcuna modifica necessaria da parte degli sviluppatori. Tuttavia, per facilitare la giocabilità dei titoli, specie quando non si ha a disposizione un controller Xbox da collegare, Microsoft introduce tantissimi strumenti a disposizione dei dev per poter creare controlli sullo schermo personalizzabili. Per impostazione predefinita verranno mostrati a schermo tutti i tasti presenti sul controller Xbox.

Con questo particolare SDK, quindi, gli sviluppatori potranno modificare quali controlli vengono mostrati a schermo, in base alla tipologia del gioco e in base alla situazione in cui ci si trova. Per esempio, i controlli visualizzati quando si sta guidando un veicolo potrebbero essere diversi da quelli usati quando il personaggio si sta muovendo a piedi. Dead Cells e Cuphead hanno già presentato un concept con dei pulsanti a schermo personalizzati.

Per concludere, Microsoft ha posto una particolare attenzione alla latenza e all’importanza dell’infrastruttura Azure. Satya Nadella prima e Kareem Choudhry dopo hanno fatto capire che Azure è la vera marcia in più che Microsoft ha contro i concorrenti, primo tra tutti Google con Stadia.

Microsoft risponde a Google, ecco perché xCloud sarà meglio di Stadia

Microsoft sta lavorando bene su Project xCloud? Pensate che sia davvero il futuro del gaming? Fateci sapere la vostra opinione a riguardo nei commenti.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonti | 1, 2