Microsoft potrebbe finalmente passare a un solo nuovo grande aggiornamento di Windows 10 all’anno per colpa di – o grazie a – Windows 10X.

24 NOVEMBRE 2020 | Un nuovo report descrive nel dettaglio i piani di Microsoft per Windows 10 e Windows 10X per il 2021. L’aggiornamento di Windows 10 21H1 si confermerebbe essere nuovamente un minor update con poche funzionalità, come lo è stato l’appena rilasciato 20H2; tra le novità dovrebbe esserci l’emulazione delle app x64 in Windows on ARM. Ben altra cosa sarà 21H2 invece sarà un grande aggiornamento con ridesign dell’interfaccia di Windows 10, con nome in codice “Sun Valley“. Inoltre, durante il prossimo anno Windows 10 potrebbe anche introdurre il supporto alle app Android. Nella timeline di Microsoft ci sarebbe ancora il rilascio pubblico di Windows 10X nella prima metà del prossimo anno – prima sui PC portatili di fascia media, in maniera da scontrarsi con i Chromebook. Arrivano nuove conferme che Windows 10X non supporterà le app Win32 localmente, ma che potrebbero essere fruibili tramite Cloud PC, un servizio che sarà integrato nell’abbonamento Microsoft 365. Inoltre sembrerebbe che Windows 10X supporterà anche i processori ARM al lancio, mentre il supporto locale alle app Win32 classiche potrebbe arrivare in seguito ma soltanto nel 2022, quando il sistema operativo debutterà sui dispositivi pieghevoli come Surface Neo.

Cambiamenti nella roadmap di Windows 10

Windows 10 potrebbe continuare ad avere un solo grande aggiornamento annuale – invece che due – ma con una cadenza diversa rispetto a quella attuale. Il primo aggiornamento del 2021 potrebbe essere minore, mentre il secondo potrebbe essere maggiore. La causa sarebbe da attribuire a Windows 10X, il nuovo sistema operativo più leggero e pensato per dispositivi di fascia bassa per il settore scolastico e per i dispositivi con doppio schermo come Surface Neo. In particolare, per poter permettere a maggiori ingegneri di lavorare sia su Windows 10X che su Windows 10, Microsoft potrebbe rivoluzionare i piani di rilascio dei major update del suo sistema operativo. La timeline sarebbe così aggiornata:

  • Autunno 2020: rilascio di Windows 10 versione 20H2.
  • Primavera 2021: lancio di Windows 10 versione 21H1 e della prima versione di Windows 10X.
  • Autunno 2021: rilascio di Windows 10 versione 21H2.
  • Primavera 2022: rilascio di una nuova versione – ipoteticamente 22H1 – di Windows 10X.

Questi piani interni trapelati evolverebbero in maniera differente anche il lancio di Windows 10X sulle diverse tipologie di dispositivi. Infatti, i piani attuali di Microsoft prevedono un lancio di Windows 10X nella prima metà del 2021 su PC con un solo display, pensati per il settore education e business. Nel 2022, invece, Microsoft renderà Windows 10X disponibile anche su dispositivi dotati di doppio schermo e un maggiore numero di device con schermo singolo.

Cosa ne pensate di questo radicale cambiamento nel rilascio degli aggiornamenti di Windows 10? Darete una chance a Windows 10X? Ditecelo nei commenti qui sotto.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | ZDNet
Immagine concept di Windows 10 | Reddit