L’interfaccia grafica di Windows 11 è basata su un’evoluzione del Fluent Design System introdotto in Windows 10.

Windows 11 e la sua nuova veste grafica

Windows 11, il nuovo sistema operativo di Microsoft in arrivo a fine anno, è anche e soprattutto una sostanziale evoluzione grafica rispetto a Windows 10, che abbiamo imparato a conoscere per bene nel corso degli ultimi sei anni, anche con le sue imperfezioni. Con Windows 11, Microsoft ha voluto ascoltare gli utenti e disegnare un’interfaccia grafica che potesse adattarsi agli utenti e riflettesse le necessità sorte nel corso degli ultimi 18 mesi. Prima di arrivare al risultato finale, Microsoft ha effettuato oltre 85 studi di ricerca e ha parlato con decine di migliaia di utenti: Windows 11, infatti, è una delle versioni del famoso sistema operativo tra le più basate sul feedback degli utenti.

Un aspetto fondamentale su cui Microsoft ha puntato è la calma: la tecnologia, se calma, può rendere le nostre vite più semplici e ci mantiene in controllo. Windows 11 realizza questa visione con un’interfaccia più morbida, con bordi arrotondati, nuove icone e animazioni. La nuova barra delle applicazioni e il nuovo menu Start centrati sono stati creati per mettere nelle mani dell’utente tutto ciò di cui ha bisogno con facilità. Inoltre, il nuovo menu Start è stato pensato per ridurre la complessità e per adattarsi a tutte le dimensioni di schermo, da un Surface Go a un monitor ultrawide. Uno degli obiettivi principali nel design di Windows 11 è la maggiore coerenza grafica dello stile visivo, accompagnato da una palette colori più calda – e più umana – e nuovi sfondi che rendono l’intera esperienza d’uso ancora più piacevole.

Windows 11 è stato pensato anche per essere più personale: l’utente può impostare il nome del PC sin dal setup iniziale e viene accolto dopo ogni accesso. La produttività è stata portata ai massimi livelli con le nuove funzionalità di snap e il ripristino delle finestre nella loro posizione esatta anche quando si ricollega un monitor esterno – per Microsoft questo significa digitalizzare la propria postazione di lavoro.

In definitiva, Microsoft ritiene il nuovo Windows 11 ben più di un sistema operativo: si tratta di tecnologia funzionale che si evolve in qualcosa di emozionale, umano e profondamente personale. Windows 11 è parte della vita dell’utente, è ciò che lo avvicina al mondo che ama e che lo aiuta a creare e collegarsi con gli altri.

Cosa ne pensate della rivoluzione che sta portando Microsoft nell’interfaccia grafica di Windows 11? Vi piace la nuova UI o preferite lo stile minimale di Windows 10? Esprimete il vostro pensiero nei commenti.

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | Microsoft