Una vacanza a New York non poteva che essere l’occasione giusta per visitare il Microsoft Store della Grande Mela. Tra i prodotti testabili c’era anche Surface Studio, così abbiamo potuto toccare con mano, ma soprattutto con penna e Surface Dial, l’ultimo prodotto Microsoft presentato proprio a New York lo scorso 26 ottobre.

Il punto di forza, nonché la prima caratteristica che abbiamo testato appena seduti davanti a Surface Studio, è lo schermo PixelSense: con una diagonale di ben 28″ e una risoluzione di 4500 x 3000 pixel è sicuramente uno dei migliori monitor attualmente presenti sul mercato. Se poi aggiungiamo la possibilità di impostare lo spazio colori DCI-P3 otteniamo uno schermo che a livello di resa grafica può veramente competere con gli Infinty Edge di Dell. Il grande vantaggio di Surface Studio, che attualmente nessun altro competitor possiede, è la possibilità di reclinare completamente lo schermo per utilizzarlo come tavoletta grafica. In questa modalità si può inoltre utilizzare Surface Dial appoggiandolo direttamente sullo schermo.

studiofull

Surface Dial è un accessorio dalle potenzialità eccezionali, pensato principalmente per chi ha necessità di lavorare sempre con la penna. Utilizzando questo strumento è infatti possibile accedere a menu e comandi contestuali che altrimenti andrebbero attivati con il dito o con la tastiera. Imparare a usare il Dial è semplicissimo: in pochi minuti abbiamo capito come utilizzare i comandi base per annullare la scrittura della penna e modificare il colore della traccia sulla tavola da disegno. Come tutti gli accessori, però, dipende fortemente dal numero di applicazioni che lo supporteranno; attualmente sono poche, ma con Creators Update speriamo che sempre più sviluppatori decidano di implementarlo nei propri software.

studiodrawing

A livello di prestazioni non possiamo sbilanciarci più di tanto: il modello da noi utilizzato montava un Intel Core i5 con disco ibrido da 1 TB e 8 GB di RAM. Con le app demo installate da Microsoft, anche avviandone più di una contemporaneamente, non abbiamo riscontrato rallentamenti, ma le applicazioni pesanti che potrebbero mettere in difficoltà Surface Studio sono altre. Microsoft sta già stringendo accordi con molti partner, anche produttori hardware, proprio come Dell.

studiodevice

Ricapitolando, Surface Studio è un ottimo prodotto, che sicuramente ha molto potenziale, ma dati i costi non proprio accessibili (il modello base parte da oltre 3000 $) a nostro giudizio è da consigliare ad un pubblico di professionisti o aziendale, che ha necessità di una grande superficie su cui lavorare quasi esclusivamente con la penna, anche se – come abbiamo visto – non è rivolto ai soli disegnatori. Tra l’altro, Surace Dial sarà compatibile anche con Surface Pro 4 e Surface Book.

Vi lasciamo ad una serie di video hands-on delle principali app già compatibili con Surface Studio.

Se ve lo state domandando, sì, ci piacerebbe che Microsoft lo portasse anche in Europa. Anche a voi?

Articolo di Windows Blog Italia